Calendario impossibile

Non è facile giocare tante partite in pochi giorni, non è facile giocare dopo le nazionali che ti restituiscono giocatori disintegrati. Che si stava andando verso una soluzione di calendario impossibile l’ho detto 4 o 5 anni fa e tutti dicevano che ero uno che si lamentava. Ora si stanno rendendo tutti conto che siamo finiti in un calendario impossibile. Però le istituzioni sono in silenzio, l’associazione allenatori è in silenzio, l’associazione calciatori è in silenzio, quindi vuol dire che sta bene a tutti. Io sono un’amante dl calcio e non mi sta bene perché a calcio si deve giocare quando siamo riposati e non quando siamo stressati. Perché le partite devono essere belle.

Intervista su LSR post Milan-Lazio 12 settembre 2021

Condividi questo post