Il Diario

Lokomotiv Lazio 0 a 3

Caro Diario, dopo aver fatto resuscitare la Juventus, subito abbattuta dal Chelsea, e dopo le prese in giro da parte dei tifosi torinesi, anzi in maggioranza calabresi, mi sono subito concentrato sul mio percorso con la Lazio. Durante le riunioni di squadra in preparazione alla partita ho parlato chiaramente ai ragazzi: io non voglio snobbare l’Europa League, ma sono consapevole che tanti impegni ravvicinati siano molto difficili da gestire. Ho chiesto a tutti i giocatori se fossero pronti a combattere su tutti i fronti per raggiungere buoni risultati in tutte le competizioni, sono contento della risposta positiva che mi è...

Nel ricordo di Gabriele

Caro Gabriele, stranamente non ci conoscevamo, chissà quante volte ci siamo incrociati in birreria da Gianluca ma, purtroppo, non ci siamo mai parlati. Conoscevo tuo fratello, più vicino alla mia età, una dei tanti fratelli Laziali con cui, anche se non sai il nome, anche se non sai niente di loro, sai che ti puoi fidare per averli incrociati in mille occasioni. Allo stadio e in trasferta non ci siamo incontrati: io, più grande di te, mi ero spostato in Tevere e le trasferte, con due bambini piccoli, erano diventate un ricordo lontano. Quella maledetta mattina di 14 anni fa...

Lazio Salernitana 3 a 0

Caro diario,non ti nascondo che mi avvicino a questa partita con un po’ di ansia. Il proverbio dice che non c’è due senza tre: noi abbiamo fatto due belle partite con Roma e Inter, seguite, rispettivamente, da due altre splendide partite in Europa League contro Lokomotiv e Marsiglia per poi crollare in maniera inspiegabile con Bologna e Verona.Ora ci accingiamo a giocare con la Salernitana dopo aver fatto benissimo con la Fiorentina e molto bene anche a Marsiglia. Pericolo dei crollo?Spero proprio di no, anche se la Salernitana mi evoca un brutto ricordo: stagione 2010-11, Lega Pro, semifinale di ritorno...

Atalanta Lazio 2 a 2

Caro Diario,dopo poco più di 60 ore dalla dispendiosa partita contro la Fiorentina ci aspetta un’ altra gara importantissima e probabilmente più difficile. Oggi pomeriggio a Bergamo non sarà facile, alcuni giocatori sono ancora un po’ stanchi ma non posso permettermi di fare troppi cambi o rischierei di rovinare la squadra. Sarà un match fondamentale non solo per il valore dell’avversario ma anche perché siamo obbligati a ripetere la prestazione di mercoledì per dimostrare la nostra forza sia tecnica che caratteriale. È un momento fondamentale della nostra stagione perché subito dopo il ritiro abbiamo fatto vedere qualcosa di quello che...